GIURÆMILIA rel. 2.2.9.0Skip Navigation Links > Home page

Fascicolo 24/05/2016 n. 38    Documenti n. 18 Giurisprudenza di merito Fascicoli pregressi 2016  
Note e commenti
dr.ssa RossellaTalia (Presidente Tribunale di Rimini)
LINEE GUIDA in materia di istanze ex art. 492 bis c.p.c. – 155 quinquies disp. att. c.p.c.
In attesa della operatività dell’accesso alle banche dati da parte dell’ufficiale giudiziario ex art. 492 bis c.p.c. – coincidente con l’inserimento di ciascuna delle banche dati nell’elenco pubblicato sul portale dei servizi telematici (art. 155 quater comma 1 e art. 155 quinquies comma 2 disp. att. c.p.c. nel testo novellato dalla Legge 6 agosto 2015 n. 132, di conversione con modificazioni del Decreto Legge 27 giugno 2015 n. 83) – la ricerca da parte del creditore con modalità telematiche di beni ai fini del pignoramento mobiliare o presso terzi è disciplinata dall’art. 155 quinquies disp. att. c.p.c. in relazione all’art. 492 bis c.p.c.
Avv. Giuseppe Villone (Foro di Bologna)
Brevi note sulle notificazioni in proprio eseguite a mezzo PEC a seguito del D.M 48/2013 e sul Protocollo sulle notificazioni tramite PEC dell’Osservatorio della Giustizia Civile di Bologna del 21 luglio 2014
La possibilità di effettuare notificazioni a mezzo PEC in proprio da parte degli avvocati ai sensi della L. 53/1994 rappresenta indubbiamente forse una delle più significative recenti semplificazioni degli innumerevoli adempimenti formali cui il legale che svolge essenzialmente attività giudiziale è chiamato. Come non ricordare le interminabili code presso gli uffici dell’UNEP per notificare un atto, per poi tornare nuovamente a ritirare l’originale rilasciato dall’ufficiale giudiziario, senza peraltro alcuna sicurezza sul buon esito della notificazione quando il notificando risultava irreperibile e/o trasferito...
Avv. Ciro Giuliano (Foro di Modena)
La scissione parziale come modalità esecutiva di una proposta di concordato preventivo con continuità aziendale
Il Legislatore ha previsto il concordato con continuità aziendale, ipotizzando sia la "prosecuzione dell’attività di impresa da parte del debitore", sia "la cessione dell’azienda in esercizio ovvero il conferimento dell’azienda in esercizio in una o più società, anche di nuova costituzione" (art. 186-bis, L. Fall. Nel primo caso, viene data allo stesso imprenditore la possibilità di uscire dallo stato di crisi, pagando solo in parte i propri debiti e destinando allo scopo solo una parte del suo patrimonio e del cash-flow generato dalla prosecuzione dell’attività d’impresa...
vedi elenco completo...
dalla Redazione - Insubordinazione nei confronti del superiore preposto ed integrazione della giusta causa d licenziamento
Opponente (rito Fornero) soccombente
Opposto (rito Fornero) vittorioso
Lavoro rapporto - Licenziamento: giusta causa - Atti di insubordinazione nei confronti del superiore preposto - Gravità e continuità - Lesione del rapporto fiducario - Giusta causa  - Integrazione - Prove - Deduzione in giudizio di registrazioni fonografiche - Preclusione - Categoria qualifica mansioni - Superiorità gerarchica disposta oralmente dal datore - Necessità di requisiti formali - Esclusione - Rif.Leg. art.2119 cc; art.1 L.92/2012; art.18 L.300/1970;

dalla Redazione - Adempimento del terzo nell'ambito di società infragruppo, ed inefficacia del pagamento per gratuità dell'atto solutorio
Appellante soccombente
Appellato vittorioso
[APP TRIB FERRARA] Fallimento - Revocatoria fallimentare: atti a titolo gratuito - Società infragruppo - Adempimento del terzo - Vantaggio economico apprezzabile - Insussistenza - Atto solutorio di natura gratuita - Sussistenza - Inefficacia - Rif.Leg. artt.2727, 2729 cc; art.64 RD 267/1942;

Attore soccombente
Convenuto vittorioso
Intermediazione finanziaria – Valori mobiliari – Titoli obbligazionari (bonds argentina) – Azione di responsabilità contrattuale e di risarcimento del danno – Prescrizione – Prescrizione ordinaria decennale – Dies a quo di decorrenza del termine : – conoscibilità del nesso eziologico tra fatto e danno – in ispecie : Default della Repubblica Argentina – Decorso del termine decennale – Sussistenza – Atto interruttivo tempestivo del decorso del termine – Insussistenza – Rif. Leg. artt.1218, 1453, 2934, 2943, 2945, 2946 cc; DLgs 58/1998; Reg. Consob 11522/1998;

dalla Redazione - Collisione con "cantiere mobile" all'esito di sorpasso eseguito in stato di alterazione ed in eccesso di velocità ed integazione del caso fortuito ex art.2051 cc
Attore soccombente
Convenuti vittoriosi
Responsabilità civile - Danno cagionato da cose in custodia - Cantiere mobile non segnalato - Autocarro procedente sulla linea di mezzeria in esecuzione di opere di rifacimento della segnaletica orizzontale - Sorpasso - Collisione - Sinistro - Morte - Art.2051 cc - Applicabilità - Danno cagionato da cose in custodia - Cantiere mobile non segnalato - Manovra di sorpasso intervenuta in eccesso di velocità -  Stato di alterazione del conducente - Caso fortuito - Responsabiltà del danneggiato - Rif.Leg. artt.2043, 2051 cc; art.39 D.lgs 385/1992; art.30 D.lgs 285/1992;

Opponente soccombente
Opposto vittorioso
Esecuzione forzata - Opposizione a precetto - Decreto ingiuntivo per canoni di locazione scaduti - Opposizione introdotta  con citazione - Mutamento di rito - Ammissibilità - Data della notifica dell'atto di pignoramento  - Mancata produzione -  Opposizione avanti al Giudice ordinario ex art.615 co.1 cpc - Ritualità - Opposizione e precetto - Decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo - Canoni locatizi scaduti - Escussione della fideiussione in pendenza di giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo - Fatto estintivo modificativo sopravvenuto - Esclusione -  Rif.Leg. artt.615, 618bis, 426, 447bis, 645 cpc;

Attore vittorioso
Convenuto soccombente
Sanità e sanitari - Responsabilità civile - Accesso al pronto soccorso - Errata diagnosi - Trattamento chirurgico tardivo - Morte - Inadempimento omissivo - Colpa professionale - Responsabilità contrattuale - Danno al congiunto: morte o lesione - Perdita del figlio - "Lutto complicato" della madre  - Danno biologico - Liquidazione - Danno non patrimoniale (morale esistenziale) - Criteri tabellari - Misura prossima al valore massimo - Rif.Leg. artt.1218, 2059 cc;

Reclamante soccombente in rito e nel merito
Resistente vittorioso in rito e nel merito
[APP TRIB REGGIO EMILIA] Notificazione – Notificazione telematica a mezzo PEC – Ricorso (reclamo avverso dichiarazione di fallimento) – Deposito telematico in Cancelleria ("busta informatica") – Ricevuta di "accettazione" – Ricevuta di "consegna" – Irrilevanza ex se – Esito dei controlli automatici negativo – Rilevanza – Istanza di rimessione in termini – Insussistenza – Deposito dell’atto in cartaceo senza autorizzazione e Termine perentorio scaduto – Inammissibilità del reclamo – | Ad abudantiam : Fallimento – Istanza di fallimento – Crediti liquidi ed esigibili verso il fallito – Legittimazione all’istanza – Stato d’insolvenza – Sussistenza – Entità del passivo e dell’attivo fallimentare – Reclamo avverso dichiarazione di fallimento – Infondatezza – Rif. Leg. art.16bis DL 179/2012 (conversione L 221/2012); art.13 DM 44/2011; artt.5, 6, 18 RD 267/1942; artt.89, 92, 351 cpc; art.13quater DPR 115/2002;

Appellante soccombente
Appellato vittorioso
Circolazione stradale - Norme di comportamento - Sinistro stradale - Morte  - Cinture di sicurezza - Presunta omissione - CTU - Stato del corpo - Compatibilità con l'utilizzo - Sussistenza - Concorso colposo - Esclusione - Regime della prova - Rif.Leg. artt.1227 cc;

Attori soccombenti
Convenuti vittoriosi
Servitù - Servitù coattive: di passaggio - Servitù prediale di passaggio - Costituzione volontaria - Rogito di compravendita - Clausola di stile notarile - "Diritto di svuoto" - Carente determinazione - Manifestazione specifica della volontà del titolare del fondo servente - Insussistenza - Servitù - Estinzione della servitù - Servitù di passaggio - Mancato esercizio - Non uso ventennale - Prescrizione estintiva - Rif.Leg. artt.1027, 1028, 1073 cc;

Attore soccombente
Convenuto vittorioso
Professioni intellettuali - Responsabilità civile: avvocati - Plurimi incarichi professionali - Doveri di diligenza - Criterio della vicinanza della prova - Omissioni parziali del professionista - Criteri controfattuali - Condotte adeguate - Riconoscimento delle ragioni azionate nei giudizi - Improbabilità - Responsabilità civile: avvocati - Errori professionali - Pregiudizi non patrimoniali degli assistiti -  Preclusione - Rif.Leg. artt.1175 cc;

Attore soccombente
Convenuto vittorioso
Responsabilità civile - Danno cagionato da animale - Centro ippico - Cavallerizzo qualificato - Affidamento dell'animale in autonomia e custodia - Evento imprevedibile - Caduta da cavallo - Caso fortuito - Responsabilità del proprietario - Esclusione - Rif.Leg. artt.2052 cc;

Ricorrente soccombente
Resistente vittorioso
Lavoro rapporto - Licenziamento: giusta causa - Appalto di servizi - Trasferimento del lavoratore con ordine di servizio per non gradimento del committente - Mancata presentazione in servizio presso il nuovo committente - Assenze ingiustificate - Previsioni del CCNL - Licenziamento -  Legittimità - Lavoro e previdenza controversie - Procedimento - Mancata comparizione della parte ricorrente - Condotta valutabile a fini della decisione ex art.420 cpc - Rif.Leg. art.420 cpc; art.2119cc; art.18 L.300/1970; art.1 L.92/2012;

dalla Redazione - Esercizio del diritto di ritenzione da parte della Banca nei confronti del conto titoli del fideiussore e configurabilità del reato di appropriazione indebita.
Opponente vittorioso
Opposto soccombente
Fideiussione – Creditore e fideiussore - Correntista titolare di dossier titoli ed obbligazioni – Qualità di fideiussore  – Diritto di ritenzione della banca dei titoli – Esclusione – Ritenzione illegittima dei titoli trattenuti a garanzia – Reato di appropriazione indebita – Configurabilità - Valori mobiliari - Obbligazioni Argentine – Inadeguatezza dell’investimento – Informativa circa l’inadeguatezza per tipologia di titoli – Inadempimento contrattuale – Sussistenza - Intermediazione finanziaria – Valori mobiliari - Contratto quadro – Carenza di forma scritta – Sanatoria – Condizioni - Interessi - Interessi usurari  - Decreti Ministeriali indicanti i tassi soglia ex L. 108/1996 – Produzione in giudizio – Necessità – Esclusione – Natura normativa e non amministrativa – Principio iura novit curia – Operatività - Ingiunzione - Giudizio di opposizione – Citazione diretta del terzo – Inammissibilità - Rif.Leg. artt.1152,1227, 1283, 1284, 1815, 1823, 1832, 1955, 1956, 1957 cc; artt.645, 649 cpc; art.647 cp; art.29, 47 Reg.Consob 11522/1998;

dalla Redazione - Credito risarcitorio largamente eccedente il massimale e condanna dell'assicuratore FGVS per mora e mala gestio impropria all'indennizzo ultramassimale
Appellante soccombente
Appellati ed appellanti incidentali vittoriosi
[APP TRIB RAVENNA] Assicurazione - Assicurazione della responsabilità civile - Mala gestio - Sinistro stradale - Morte e pluralità di soggetti lesi - Responsabilità incontestata - Credito risarcitorio eccedente il massimale assicurativo - FGVS - Versamento di provvisionali e tardiva messa a disposizione del residuo - Decorso di anni 10 dallo spirare dello spatium deliberandi - Mora o mala gestio impropria dell'assicuratore - Interessi moratori ex art.1224 cc - Condanna all'ultramassimale - Liquidazione - Azione di regresso - Regresso o rivalsa dell'assicuratore nei confronti dell'assicurato - Condizioni ex art.292 Cod.Ass.  - Ricorrenza  - Danno tanatologico - Sopravvivenza cosciente per un lasso temporale rilevante - Danno biologico terminale  - Liquidazione dell'invalidità temporanea - Criteri tabellari - Trasmissione iure hereditatis -  Danno morale - Danno catastrofale - Criterio equitativo puro - Trasmissibilità iure hereditatis -  Minor somma richiesta dagli eredi nell'atto introduttivo - Liquidazione conforme - Danno patrimoniale: lucro cessante - Perdita del congiunto - Danno patrimoniale  - Liquidazione - Criteri - Rif.Leg. artt.1224, 1277, 2059 cc; art.22 L.990/1969; art.292 D.lgs 206/2005; [RIFORMA INTEGRALE]

Ricorrente vittorioso
Resistente soccombente
Lavoro rapporto - Dirigenti d'azienda - Direttore amministrativo - Addebiti disciplinari - Inadeguatezza in relazione ai risultati pretesi - Licenziamento - Giustificatezza -  Inidoneità dei motivi - Recesso ingiustificato - Indennità aggiuntiva di licenziamento - Misura massima - Rif.Leg. artt.2119 cc;

Attore soccombente in rito
Convenuto vittorioso in rito
Trasporto contratto - Controversia in tema di danni conseguenti al contratto di trasporto marittimo - Surroga dell'assicuratore nei diritti del destinatario - Polizza di carico - Clausola di proroga esclusiva della giurisdizione - Uso normativo del settore marittimo  - Efficacia - Giurisdizione francese (Tribunale del Commercio di Marsiglia) - Rif.Leg. artt.166, 167, 180 cpc; artt.4, 11 L.218/1995; art.23 Reg.UE 44/2001;

Reclamante soccombente
Reclamato vittorioso
[APP TRIB PARMA] Fallimento – Dichiarazione di fallimento – Creditore – Conferimento di procura – Legittimazione ad agire – in ispecie : legittimazione all’iniziativa in procedure concorsuali – Sussistenza – Istanza di fallimento – Creditore procedente – D.I. non opposto e irrevocabile (giudicato) – Titolo idoneo per la proposizione dell’istanza di fallimento – Estensione oggettiva agli interessi convenzionali recepiti nel provvedimento monitorio – Stato di insolvenza – Mancato deposito dei bilanci relativi ai tre ultimi esercizi d’impresa – Rilevanza – Esposizione debitoria (Quantum) – Stato passivo – Inclusione di debiti non scaduti, condizionati o contestati – Legittimità – Potere del fallito di impugnativa dei crediti ammessi al passivo – Insussistenza – Reclamo avverso dichiarazione di fallimento – Infondatezza e reiezione – Requisiti dimensionali – in ispecie : "indebitamento qualificato" ex lett. c, comma secondo, art.1 l. fall. – Ricorrenza – Rif. Leg. artt.1, 5, 6, 15, 18, 52, 55, 94, 95, 96 RD 267/1942; artt.77, 645, 647, 650 cpc;

Appellante soccombente primario
Appellato e Appellante incidentale parzialmente soccombente
[APP TRIB omissis] Intermediazione finanziaria – Valori mobiliari – Operazioni d’acquisto (esecutive del contratto quadro) – Ordini eseguiti in contropartita diretta – Irrilevanza – Conflitto d’interessi – Insussistenza – Annullabilità degli ordini – Esclusione – Responsabilità civile – Responsabilità contrattuale – Intermediazione finanziaria in valori mobiliari – Azione risarcitoria da responsabilità contrattuale – Violazione degli obblighi di condotta imposti agli intermediari finanziari – Riparto dell’onere della prova – Assolvimento dell’onere della prova da parte dell’ intermediario finanziario in merito all’adempimento degli obblighi informativi (diligenza professionale) – Esclusione – Responsabilità contrattuale – Intermediazione finanziaria in valori mobiliari – Sottoscrizione del "contratto quadro" – Sottoscrizione del "documento sui rischi generali" del deposito – Ordine d’acquisto – Prodotto speculativo – Peculiarità del rischio – Compatibilità con la propensione al rischio dell’investitore – Esclusione – Violazione da parte dell’intermediario finanziario del dovere di "consenso informato" dell’investitore – Nesso eziologico con il danno – Quantum debeatur risarcitorio : – somme versate in esecuzione del contratto decurtate delle somme percepite a titolo di cedole e di interessi (compensatio lucri cum damno) – Rilevabilità ex officio – Concorso di colpa dell’investitore – Inapplicabilità – Rivalutazione del Quantum risarcitorio – Infondatezza – Rif. Leg. artt.1, 21, 23 DLgs 58/1998; artt.27, 28, 29, 31, 32 Reg. Consob 11522/1998; artt.1176, 1218, 1223, 1224, 1227, 1394, 1395, 1453 cc; artt.89, 100 cpc; [RIFORMA PARZIALE]


Ricerca generale
Ricerca per voci
Area riservata utenti
Corte d'Appello di Bologna
Tribunale dei minori di Bologna
Tribunale di Bologna
Tribunale di Ferrara
Tribunale di Forlì-Cesena
Tribunale di Modena
Tribunale di Parma
Tribunale di Piacenza
Tribunale di Ravenna
Tribunale di Reggio Emilia
Tribunale di Rimini
Giudici di Pace
 
Focus
Federico Dezzani - da Federico Dezzani blog
Il sinistro scricchiolio delle banche: ultimo stadio dell’eurocrisi
La prima metà del 2016 è un lunga e sanguinosa mattanza borsistica per le banche italiane: Intesa SanPaolo -30%, Unicredit -40%, Banco Popolare -40%, Banca MPS -50%. E poi gli strascichi delle quattro banche “salvate” nel dicembre 2015, il clamoroso fallimento della ricapitalizzazione della Banca popolare di Vicenza, il timore del ripetersi di un flop simile per Veneto Banca e, soprattutto, l’incubo che qualche istituto “sistemico” imbarchi ancora un po’ d’acqua e coli a picco. Tutta colpa del “bail in”? Più che la causa, il “bail in” è la conseguenza della debolezza del sistema creditizio italiano: arrivati a questo punto dell’eurocrisi, l’infezione si è propagata dall’economia reale alle finanze pubbliche, sino ad infettare i bilanci delle banche. Berlino non ha nessuna intenzione di sobbarcarsi il costo di un salvataggio bancario e mette l’Italia di fronte alla scelta: scaricare le perdite su correntisti ed obbligazionisti o uscire dall’euro. Scenario, quest’ultimo, sempre più concreto.
Luca Steinmann - da Il Corriere del Ticino
Immigrati, precariato e famiglia. Polemiche in Italia, il Corriere del Ticino svela cosa ha detto davvero il ministro Giannini all'omologa tedesca Johanna Wanka
Il mondo del web in Italia è in subbuglio per un'intervista rilasciata dal ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca Stefania Giannini al giornalista Luca Steinmann a Villa Vigoni il 4 maggio scorso a margine dell'incontro con l'omologa tedesca Johanna Wanka e pubblicata sull'Huffington Post. Intervista che ha suscitato vivaci reazioni per alcune affermazioni del ministro sugli immigrati, sul precariato e sul futuro della famiglia. Alcuni siti hanno ripreso l'articolo, il ministero ha pubblicato un breve comunicato stampa di precisazione, smentendo alcune frasi, in gran parte riferiti ad altri articoli apparsi sul web che avevano impropriamente citato l'articolo apparso sull'Huffington Post. Alla fine lo stesso Huffington Post ha deciso di cancellare l'articolo; il che non ha avuto altro effetto che di ampliare ulteriormente il rumore mediatico sui social.
Udo Ulfkotte - da Voci dall'Estero blog
La crisi dell’euro e dei rifugiati possono combinarsi e portare l’Europa alla distruzione. E in Germania i mass media continuano a coprire la verità
Da Russia Insider la denuncia di un giornalista tedesco controcorrente (in origine apparsa su Kopp Online) sul clima di appiattimento conformistico della grande informazione tedesca. Udo Ulfkotte traccia un parallelo tra l’atteggiamento tenuto dai maggiori media al momento dell’ingresso nell’euro – negare ogni rischio e diffamare chi sollevava obiezioni – e quello di oggi nei confronti della crisi dei rifugiati. Adesso come allora i mezzi di informazione seguono uno schema propagandistico, negando ogni problema e marchiando come “nazionalisti” o “xenofobi” coloro che mettono in guardia contro i disastri che potranno scaturire dal combinarsi della crisi dell’euro con quella dei rifugiati.
Saint Simon - da Voci dall'Estero blog
Seymor Hersch, giornalista premio Pulitzer: Hillary Clinton approvò l’invio di gas sarin ai ribelli siriani per incastrare Assad
l sito Free Thought Project riporta un articolo sui legami di Hillary Clinton con l’attacco chimico al gas sarin a Ghouta, in Siria, nel 2013. Dalle relazioni tra USA e Siria (ne avevamo parlato qui), al ruolo della Clinton nella politica estera USA e nell’approvvigionamento di armi dalla Libia verso l’Isis (ne avevamo parlato qui e qui), alle dichiarazioni del giornalista premio Pulitzer Seymour Hersh su un accordo del 2012 tra l’amministrazione Obama e i leader di Turchia, Arabia Saudita e Qatar, per imbastire un attacco con gas sarin e darne la colpa ad Assad, tutte le prove punterebbero in una direzione: i precursori chimici del gas sarin sarebbero venuti dalla Libia, il sarin sarebbe stato “fatto in casa” e la colpa gettata sul governo siriano come pretesto perché gli Stati Uniti potessero finanziare e addestrare direttamente i ribelli siriani, come desideravano i sauditi intenzionati a rovesciare Assad. Responsabile della montatura l’allora Segretario di Stato USA e attuale candidata alla presidenza per i Democrat, Hillary Clinton.
Dmitry Orlov da Dmitry Orlov blog - La vita ai tempi del collasso
Arriva la "Rivoluzione Colorata"
Se Sun Tsu fosse stato il co-autore di un trattato sull’arte dello sport assieme a Capitan Obvious, una citazione da quel fondamentale lavoro reciterebbe come segue: Se la tua squadra insiste a fare una partita in attacco e continua a perdere, alla fine si troverà a giocare una partita in difesa, e finirà per perdere anche quella. Ovvio, no? La squadra che ho in mente è quella del regime di Washington, infestata di neocon, che al momento è odiata quasi universalmente, sia negli USA che al di fuori dei loro confini, e la partita in attacco è quella che è stata giocata dal Sindacato delle Rivoluzioni Colorate, con George Soros a tenere i conti e a prendere le decisioni. Avendo perso terreno in tutto il mondo, adesso sta rivolgendo la sua attenzione a cercare di vincere in casa, cioè negli USA.
Federico Dezzani - da Federico Dezzani blog
Derivati di Stato, una rapina con molti basisti
Danno erariale da 3,8 €mld, violazione delle norme di contabilità generale dello Stato e subalternità alle banche d’affari: sono queste le accuse sollevate contro il Ministero del Tesoro dalla Procura regionale della Corte dei Conti del Lazio, nell’indagine sulla ristrutturazione dei derivati finanziari concordata nel 2012 tra Via XX Settembre e Morgan Stanley. Il caso è un edificante esempio della gestione dei derivati: il premier Mario Monti, ex-consulente di Goldman Sachs, ed il ministro dell’Economia Vittorio Grilli, futuro presidente di JP Morgan per i mercati europei, esborsano, senza consultare l’avvocatura generale di Stato, una cifra miliardaria a Morgan Stanley, la cui filiale italiana è presieduta dall’ex-ministro dell’Economia, Domenico Siniscalco. Sui derivati vige il massimo riserbo, perché parlarne significa indagare sui contratti capestro con cui l’Italia fu introdotta all’euro e sulle responsabilità di intoccabili come Carlo Azeglio Ciampi e Mario Draghi.
Fulvio Grimaldi - da MondoCane controblog
CAIRO-ROMA: il Caso Regeni.Come tagliarsi le ... e vivere felici
"Poi gli uomini di Stato inventeranno basse bugie e daranno la colpa alla nazione sotto attacco e tutti saranno soddisfatti di queste falsità che placano la coscienza e le ripeteranno diligentemente e rifiuteranno di prendere in considerazione qualsiasi refutazione. E così si convinceranno un po’ per volta che l’aggressione è giusta e ringrazieranno il Signore per il buon sonno di cui godono grazie a questo processo di grottesco auto-inganno.” (Mark Twain)
vedi elenco completo...
LOGIN
Email
Password
Ricorda email
 
RECUPERA LE CHIAVI D'ACCESSO
REGISTRAZIONE NUOVO UTENTE