GIURÆMILIA rel. 2.2.13.0Skip Navigation Links > Home page

Fascicolo 21/07/2016 n. 54    Documenti n. 24 Giurisprudenza di merito Fascicoli pregressi 2016  
Note e commenti
dr.ssa RossellaTalia (Presidente Tribunale di Rimini)
LINEE GUIDA in materia di istanze ex art. 492 bis c.p.c. – 155 quinquies disp. att. c.p.c.
In attesa della operatività dell’accesso alle banche dati da parte dell’ufficiale giudiziario ex art. 492 bis c.p.c. – coincidente con l’inserimento di ciascuna delle banche dati nell’elenco pubblicato sul portale dei servizi telematici (art. 155 quater comma 1 e art. 155 quinquies comma 2 disp. att. c.p.c. nel testo novellato dalla Legge 6 agosto 2015 n. 132, di conversione con modificazioni del Decreto Legge 27 giugno 2015 n. 83) – la ricerca da parte del creditore con modalità telematiche di beni ai fini del pignoramento mobiliare o presso terzi è disciplinata dall’art. 155 quinquies disp. att. c.p.c. in relazione all’art. 492 bis c.p.c.
Avv. Giuseppe Villone (Foro di Bologna)
Brevi note sulle notificazioni in proprio eseguite a mezzo PEC a seguito del D.M 48/2013 e sul Protocollo sulle notificazioni tramite PEC dell’Osservatorio della Giustizia Civile di Bologna del 21 luglio 2014
La possibilità di effettuare notificazioni a mezzo PEC in proprio da parte degli avvocati ai sensi della L. 53/1994 rappresenta indubbiamente forse una delle più significative recenti semplificazioni degli innumerevoli adempimenti formali cui il legale che svolge essenzialmente attività giudiziale è chiamato. Come non ricordare le interminabili code presso gli uffici dell’UNEP per notificare un atto, per poi tornare nuovamente a ritirare l’originale rilasciato dall’ufficiale giudiziario, senza peraltro alcuna sicurezza sul buon esito della notificazione quando il notificando risultava irreperibile e/o trasferito...
Avv. Ciro Giuliano (Foro di Modena)
La scissione parziale come modalità esecutiva di una proposta di concordato preventivo con continuità aziendale
Il Legislatore ha previsto il concordato con continuità aziendale, ipotizzando sia la "prosecuzione dell’attività di impresa da parte del debitore", sia "la cessione dell’azienda in esercizio ovvero il conferimento dell’azienda in esercizio in una o più società, anche di nuova costituzione" (art. 186-bis, L. Fall. Nel primo caso, viene data allo stesso imprenditore la possibilità di uscire dallo stato di crisi, pagando solo in parte i propri debiti e destinando allo scopo solo una parte del suo patrimonio e del cash-flow generato dalla prosecuzione dell’attività d’impresa...
vedi elenco completo...
Attore vittorioso
Convenuti soccombenti
Professioni intellettuali - Responsabilità civile: personale medico - Studio medico dentistico - Accettazione del paziente per visita/intervento ambulatoriale - Valenza di conclusione del contratto -  Obbligazioni del medico dipendente esecutore del trattamento - Valenza di "contatto sociale" - Responsabilità civile: personale medico - Trattamento odontoiatrico - Esecuzione corretta - Esito peggiorativo - Caratteristiche intrinseche del paziente (esiguità del livello osseo) - Consenso informato - Inadeguatezza - Inadempimento contrattuale - Danni (mat.civile) - Danno non patrimoniale - Violazione del consenso informato - Danno da esercizio di attività medica -  Criteri ex art.138,139 Cod.Ass - Inapplicabilità retroattiva del cd Decreto Balduzzi - Criterio tabellare - Prevalenza - Rif.Leg. artt.1218, 1223 cc; art.3 L.189/2012; artt.138, 139 D.lgs 209/005;

Ricorrente soccombente
Resistente vittorioso
Previdenza sociale - Agenti e rappresentanti - Produttore assicurativo diretto e occasionale (libero) -  Obbligo di iscrizione alla Gestione Commercianti - Sussistenza - Rif.Leg. artt.44 DL 269/2003;

Ricorrente vittorioso
Convenuto soccombente
Lavoro rapporto - Categoria qualifica mansioni: demansionamento - Mansioni commerciali - VI livello CCNL telecomunicazioni - Procedimento giudiziario pregresso - Verbale di conciliazione - Mancata osservanza del datore - Persistenza del demansionamento - Danno professionale - Assegnazioni a mansioni inferiori  - Danno professionale - Parametro della retribuzione - Liquidazione - Rif.Leg. artt.2059, 2103 cc;

Attore soccombente
Convenuto vittorioso
Responsabilità civile - Danno cagionato da cose in custodia - Battente metallico collocato nei locali del Tribunale di Rimini - Avvocato - Lesioni - Potenziale pericolosità della cosa - Esclusione - Strisce antiscivolo - Sussistenza - Mera occasionalità della cosa - Obblighi di auto responsabilità - Prevalenza - Rif.Leg. artt.2043, 2051 cc;

Attore vittorioso
Convenuti soccombenti
Imposte e tasse - Imposta comunale immobili - Trasferimenti erariali volti alla compensazione della contrazione del gettito ICI - Criterio di computo - Riferimento alla totalità degli immobili di categoria "D" - Pretese creditorie del Comune nei confronti del Ministero dell'Economia - Legittimità - Rif.Leg. art.64 L.388/2000; art.2 DM 197/2002;

Reclamante soccombente
Reclamato vittorioso
[RECLAMO TRIB FORLI'] Concordato preventivo - Proposta concordataria - Modifica in peius non attestata dal professionista ex art.161 co.3 LF - Omissione  - Deficit  informativo - Sindacabilità giudiziale - Concordato preventivo -  Modifica in peius della proposta - Riduzione non definita della percentuale in favore dei chirografi e dei privilegiati declassati - Fattibilità economica - Insindacabilità - Deficit informativo - Ambito di controllo giudiziale - Omologa  - Preclusione -  Rif.Leg. artt.18, 160, 161 RD 267/1942;

Ricorrente soccombente
Resistente vittorioso
Impiego pubblico - Trattamento economico - Dirigente medico del SSN - Indennità di esclusività prevista dal CCNL dirigenza medica -  Mancata adeguazione - Blocco del trattamento economico dei dipendenti PA ex art.9 DL 78/2010 - Operatività - Rif.Leg. artt.9 DL 78/2010; art.15quater D.lgs 52/1992;

Reclamante soccombente
Reclamato vittorioso
[RECLAMO TRIB RIMINI] Concordato preventivo - Concordato con cessione dei beni - Settore nautico - Ritiro dell'usato e addebito dei costi di ripristino agli agenti - Crediti  nei confronti degli agenti - Occultamento di poste attive e/o atti di fronde in danno dei creditori - Effetti ex art.173 LF - Omologa - Preclusione -  Concordato preventivo - Contratti di agenzia  - Risoluzione - Vendite perfezionate prima dell'ammissione al concordato - Persistenza degli effetti - Rif.Leg. art.1458 cc; artt.18,172, 173 RD 267/1942;

Attore parzialmente vittorioso
Convenuto parzialmente soccombente
Circolazione stradale - Svolta a sinistra - Strada a 4 corsie - Svolta a sinistra del velocipede in prossimità dell'apertura dello spartitraffico - Collisione con motociclo  procedente - Presunzione di pari responsabilità - Danno al congiunto: morte o lesione - Decesso - Familiari conviventi - Pregiudizio non patrimoniale - Danno iure proprio - Crterio tabellare - Liquidazione  - Criteri - Rif.Leg. artt.2054, 2059 cc;

Ricorrente vittorioso
Resistente soccombente
Istruzione pubblica e privata - Graduatorie e ruoli - Docente precaria magistrale - Graduatorie ad esaurimento (GAE)  - Cancellazione per mancata presentazione della domanda di aggiornamento - Diritto di reinserimento - Ricorrenza - Rif.Leg. artt.1 DL.97/2004; art.1 L.296/2006; artt.4 Dpr 487/1994; art.4 Dpr 68/2005;

Appellante soccombente in rito
Appellato vittorioso in rito
[APP TRIB BOLOGNA] Procedimento civile – Procedimento sommario di cognizione – Decisione in forma di Ordinanza – Appello – Introduzione in forma irrituale (ricorso) – Notificazione tardiva – Rilevanza – Deposito dell’atto introduttivo tempestivo – Irrilevanza – Tardività dell’impugnazione – Gravame inammissibile – Declaratoria – Rif. Leg. artt.156, 702bis, 702ter, 702quater cpc; art.35 DLgs 25/2008; [INAMMISSIBILITÀ]
[ P.M. ]

Reclamante soccombente
Reclamato vittorioso
Conclusioni del Procuratore Generale. Accoglimento
[RECLAMO TRIB FORLÌ] Divorzio – Modificazione delle condizioni di divorzio – Aumento dei tempi di permanenza del figlio presso il padre – Conseguente maggior onere economico a carico del genitore – Nascita di altro figlio dal successivo matrimonio – Integrale mantenimento del nuovo coniuge – Complessiva restrizione delle possibilità economiche – Capacità reddituale da lavoro di operaio – Onere del canone di locazione – Modificazione delle statuizioni di divorzio – "Giustificati motivi" ai fini della modificazione delle statuizioni di divorzio – Legittimità e fondatezza dell’accertamento di ricorrenza in prime cure – Riduzione dell’assegno di mantenimento per il figlio avuto dal primo matrimonio – Conferma nell’an della statuizione del primo giudice – Congruità della statuizione nel quantumRif. Leg. artt.6, 9 L 898/1970; artt.737, 739 cpc; [RIGETTO]
[ P.M. ]

Appellante soccombente in rito
Appellato vittorioso in rito
[APP TRIB PARMA] Impugnazioni (mat. Civile) – Decreto di convalida di trattamento sanitario obbligatorio (TSO) – Ricorso al Tribunale in I grado – Ordinanza di rigetto – Appello – Inammissibilità – Appello – Atto di appello – a) Impugnazione avverso Ordinanza resa a definizione di procedimento sommario di cognizione – Atto introduttivo del gravame nella forma irrituale del ricorso (e non dell’atto di citazione) – Proposizione tardiva – Duplice illegittimità – b) Formalità del deposito dell’atto in Cancelleria a mezzo di procuratore – Inottemperanza – Trasmissione dell’atto per posta – Illegittimità – c) Presentazione e sottoscrizione dell’atto dalla parte personalmente (e non dal difensore) – Illegittimità (id est: inidoneità dell’atto ai fini dell’introduzione di valido giudizio) – Appello – Gravame inammissibile – Declaratoria – Rif. Leg. art.21 DLgs 150/2011; artt.82, 101, 165, 702 quater cpc; artt.72, 73, 74 disp. att. cpc; art.5 L 180/1978; [INAMMISSIBILITÀ]
[ P.M. ]

Attore vittorioso
Convenuto soccombente
Responsabilità civile - Responsabilità della P.A. - Sinistro mortale - Strada di montagna priva di guard-rail - Curva pericolosa con presenza di ghiaccio e fango - Omissione  di manutenzione e di misure di sicurezza - Responsabilità della P.A. - Danno Tanatologico - Breve sopravvivenza - Danno morale terminale - Misura di 1/3 del danno biologico riferito ad una 'invalidità del 100% - Risarcibilità iure hereditatis - Danno al congiunto: morte o lesione - Danno morale iure proprio - Liquidazione - Danno esistenziale - Perdita del congiunto - Danno relazionale o esistenziale - Violazione dei diritti della persona - Liquidazione - Rif.Leg. artt.2043, 2051, 2059 cc;

Reclamanti vittoriosi
Conclusioni del Procuratore Generale. Accoglimento
[RECLAMO TRIB MINORENNI BOLOGNA] Adozione – Adozione internazionale – Inidoneità rilevata in prime cure riguardo all’aspirante coppia genitoriale – Reclamo avverso la decisione (impugnazione) – Consulenza Tecnica d’Ufficio svolta in sede di giudizio di reclamo – Valutazione di "giuste competenze" e profili positivi di personalità dei coniugi ai fini dell’accoglimento di minore in stato di abbandono – Idoneità all’adozione internazionale – Declaratoria – Rif. Leg. artt.29bis, 30 L 184/1983; art.330octies cc; art.737, 739 cpc; [ACCOGLIMENTO]
[ P.M. ]

Reclamante soccombente
Richiesta del Procuratore Generale. Accoglimento
[RECLAMO TRIB MINORENNI BOLOGNA] Stranieri – Diritto all’unità familiare e tutela dei minori – Titolare di permesso di soggiorno per lavoro subordinato – Rinnovo negato per condanne penali – Discrasia tra condotta sociale e ruolo genitoriale – Oggettiva contrarietà della condotta ad interessi pubblici generali (sicurezza e legalità) – Danno grave ai figli minori dall’allontanamento della figura paterna – Inadeguatezza dell’allegazione – Figli (infra diciottenne ed infra quattordicenne) tutelati dalla madre – Richiesta di autorizzazione alla permanenza in Italia – Infondatezza – Rif. Leg. art.31 DLgs 286/1998; art.739 cpc; [RIGETTO]
[ P.M. ]

Attore vittorioso
Convenuto soccombente
S,uccessioni - Azione di riduzione di donazioni - Donazioni - Lesione della quota di legittima - Attribuzioni patrimoniali ingenti - Cause giustificative - Obbligazioni naturali - Esclusione - Donazione - Arricchimento del convivente - Spirito di liberalità - Prevalenza - Donazioni indirette ex art.809 - Configurabilità - Riduzione ed integrazione della quota del legittimario -   Rif.Leg. artt.542, 553, 555, 557, 742, 770, 809, cc;

Appellante soccombente
Appellato vittorioso
[APP TRIB PARMA] Distanze legali – Azione di recisione di rami protesi e di radici – Rami sporgenti su fondo in comproprietà – Titolarità del diritto di comproprietà (e della qualità soggettiva di proprietario pro quota) – Carenza di prova – Allegazioni e produzioni nel giudizio di appello – "Nuovi" mezzi di prova tardivi e inammissibili – Applicabilità della disciplina del condomino negli edifici – Esclusione – Azione di recisione di rami protesi sull’altrui fondo – Illegittimità ed infondatezza – Reiezione – Rif. Leg. artt.896, 1117 cc; artt.345, 91 cpc;
[ P.M. ]

Appellante principale parzialmente vittoriosa
Appellato e Appellante incidentale soccombente
[APP TRIB PARMA] Condominio – Ripartizione spese – Condominio "parziale" e condominio "generale" – Parti comuni parziali e parti comuni generali – Ripartizione in millesimi del condominio generale – Regolamento di natura contrattuale – Interpretazione estensiva in prime cure – Illegittimità – Spese di riparazione delle parti comuni del condominio generale : – 1) debenza del condòmino non identificabile con il condominio "parziale" – 2) obbligo restitutorio del condominio "parziale" in quanto condòmino del condominio "generale" – Rif. Leg. artt.1123, 2033 cc; [RIFORMA INTEGRALE]
[ P.M. ]

Istanza del difensore. Inammissibilità
Spese di giustizia – Liquidazione degli onorari e dei diritti di avvocato – Patrocinio a spese dello Stato – Istanza del difensore di liquidazione del compenso – Inammissibilità dell’istanza – Separazione dei coniugi – Procedimento – Ordinanza presidenziale – Reclamo alla Corte d’Appello – Decisione (Decreto) – Provvedimento interinale in corso di causa – Statuizione sulle spese – Esclusione – Rif. Leg. artt.74, 80, 82 DPR 115/2002; art.708 cpc; [INAMMISSIBILITÀ]
[ P.M. ]

Attori soccombenti
Convenuto vittorioso
Responsabilità civile - Danno cagionato da cosa in custodia - Edificio demaniale fatiscente occupato in via abusiva Lucernaio di vetro - Sfondamento - Decesso - Insidia o trabocchetto - Esclusione - Imprudenza e violazione di regole di comune diligenza -  Ricorrenza - Responsabilità da custodia - Esclusione - Principio di auto-responsabilità - Esigibilità - Rif.Leg. art.2051 cc;

Reclamante soccombente in rito
Reclamato vittorioso in rito
Conclusioni del Procuratore Generale. Inconferenti
[RECLAMO TRIB RAVENNA] Filiazione – Procedimento in materia di affidamento e mantenimento dei minori – Decisione con provvedimento avente caratteri di decisorietà e definitività – Applicazione delle disposizioni comuni ai procedimenti in camera di consiglio – Legittimità (ratio sistematica) – Impugnazioni – Decreto del Tribunale in materia di filiazione (affidamento e mantenimento dei minori) – Notificazione – Proposizione di reclamo (in forma di ricorso) – Termine perentorio – Inottemperanza – Dies a quo di decorrenza del termine : – notifica del decreto reclamato – Deposito tardivo in Cancelleria del ricorso – Reclamo inammissibile – Declaratoria dal giudice ad quemRif. Leg. artt.337bis, 337ter cc; art.38 disp. att. cc; art.3 L 219/2012; DL 154/2013; L 890/1982; artt.737, 739 cpc; [INAMMISSIBILITÀ]
[ P.M. ]

Reclamante soccombente
Reclamato soccombente
Conclusioni del Procuratore Generale. Accoglimento parziale
[RECLAMO TRIB REGGIO EMILIA] Filiazione – Affidamento dei figli – Elevata (esacerbata) conflittualità tra genitori – Idoneità all’assunzione e allo svolgimento del ruolo genitoriale – Sussistenza – Affidamento esclusivo (delle figlie minori) alla madre – Esclusione – Affidamento condiviso con residenza abituale ("collocazione") delle minori presso la madre – Conferma – Paritaria suddivisione dei tempi di permanenza presso ciascun genitore – Esclusione – Rapporti delle minori con i gruppi parentali di origine – Estraneità della materia all’imposizione di obblighi – Contributo al mantenimento – Obbligo del genitore non "collocatario" – Entità del contributo stabilita in prime cure – Congruità ed adeguatezza – Esborso diretto da parte di ciascun genitore in relazione ai tempi di permanenza presso di loro – Esclusione – Istanza di ordine di pagamento al terzo (datore di lavoro dell’obbligato) – Fondatezza – Irregolarità non giustificata nell’assolvimento dell’obbligo – Rilevanza – Domanda di condanna agli arretrati – Inammissibilità – Rif. Leg. artt.337bis, 333, 336 cc; art.3 L 219/2019; [ACCOGLIMENTO PARZIALE]
[ P.M. ]

Attore vittorioso
Convenuto soccombente
Responsabilità civile - Danno cagionato da cosa in custodia - Supermercato - Residui vegetali - Scivolamento - Lesioni - Stato dei luoghi - Pericolosità - Responsabilità ex art.2051 - Ricorrenza   - Risarcimento del danno - Liquidazione  - Criteri - Rif.Leg. art.2051 cc;


Ricerca generale
Ricerca per voci
Area riservata utenti
Corte d'Appello di Bologna
Tribunale dei minori di Bologna
Tribunale di Bologna
Tribunale di Ferrara
Tribunale di Forlì-Cesena
Tribunale di Modena
Tribunale di Parma
Tribunale di Piacenza
Tribunale di Ravenna
Tribunale di Reggio Emilia
Tribunale di Rimini
Giudici di Pace
 
Focus
Alberto Negri
Turchia. L’ambiguità che ci rende complici delle dittature.
Perché accettiamo autocrati e dittatori? Perché servono: siamo complici, non partner. Loro lo sanno, si fanno usare e poi sfuggono al controllo e ci ricattano secondo un copione che conosciamo benissimo.
Franco Berardi Bifo
Tra Barroso e Bouhlel!
Quindici anni dopo Genova
Stefania Maurizi
Così Change.org vende le nostre email.
L'Espresso' ha ottenuto il prezzario dell'azienda (da 1.50 euro a 85 centesimi) e contattato alcuni clienti. Tra risposte imbarazzate e rare ammissioni, abbiamo indagato sul business dell' "Amazon delle petizioni online". Che maneggia dati estremamente sensibili come le opinioni politiche e in Germania è oggetto di un'inchiesta del Garante della
Redazione UmanitàNova
Sull’ideologia Anti-islamofoba.
Questo testo intende essere una risposta a coloro che anche tra i comunisti libertari,sono impegnati nella lotta contro l'islamofobia e in virtù di questo vorrebbero interdire ogni genere di critica contro l’Islam e promuovere una teoria della razza sociale in un clima quanto meno generatore di tensioni di accuse di razzismo ed anche di attacchi personali.
Amedeo Ricucci
Le lezioni di Nizza.
«Strappa il tuo biglietto aereo per la Turchia: il paradiso è lì attorno a te». Sono le parole pronunciate da un jihadista francese direttamente dai territori controllati dall’auto-proclamato Stato islamico in Siria e in Iraq. Si è rivolto con un video, qualche settimana fa, ai suoi amici e aspiranti compagni d’arme che si trovavano ancora nell’Esagono.
Giulio Gipsy Crespi
Breve storia dei golpe in Turchia.
È fallito nell’arco di poche ore il colpo di stato in Turchia, attuato da una porzione minoritaria dell’esercito. Attorno alle 3 di notte locali il Premier Yildirim dichiara che la situazione è sotto controllo, il Presidente Erdogan atterra trionfale nel riconquistato aeroporto di Istanbul e i primi golpisti si consegnano alle forze lealiste.
Mario Sechi
I sedici giorni del terrore.
Due documenti riservati dimostrano perché l’Europa, colpita al cuore a Parigi, ha consegnato le chiavi dei suoi confini a Erdogan, e alle sue “minacce”. Cronistoria, con un retroscena inedito.
I Diavoli
Uk, l'inizio della fine. Ue, la fine dell'austerità. Intervista a Philip Wade.
Nato a Liverpool sessantuno anni fa, Philip Wade insegna Storia contemporanea al “Birkbeck” College di London City. Studioso del teatro elisabettiano, un prestigioso MBA in Economics e un passato da strategist presso il desk fixed income della J*** Bank, è considerato una delle voci più influenti e autorevoli della sinistra inglese.
Franco Berardi Bifo
La notte europea.
Non so se l’Unione europea sopravviverà al referendum britannico. In ogni caso l’unione europea è già morta nel cuore delle persone decenti da quando Alexis Tsipras venne pubblicamente umiliato, e con lui Syriza e l’intero popolo greco che nel luglio del 2015 aveva votato al 62% contro l’austerità.
Francesco Cancellato
Sergio Romano: «Londra era un ostacolo, ora può davvero nascere l’Europa»
Dopo il referendum e il vertice di Berlino dei cinque fondatori, parla l’ex ambasciatore: «La Gran Bretagna ha sempre fatto di tutto per evitare più integrazione. L’Europa deve ripartire da fisco e immigrazione. Lo scenario più probabile? Un’Unione a due velocità»
Francesco Gesualdi
Brexit, gli abissi del voto inglese
Gli elettori della Gran Bretagna "hanno deciso di uscire dall’Unione europea perché vogliono alzare muri ancora più alti da un punto di vista umano e sociale" scrive Francesco Gesualdi. Avrei potuto gioire -aggiunge- se il voto fosse stato contro quest’Europa che "è diventata insopportabile", avendo "assunto come atto di fede il credo mercantilista, se fosse il segnale di un popolo che dichiara di non poterne più di questa politica"
Thomas Fazi
Accordo Grecia-Eurogruppo: l’ennesima beffa
La troika chiede alla Grecia altre misure lacrime e sangue in cambio della promessa di una rinegoziazione del debito dopo il 2018. Nel frattempo il tracollo sociale ed economico della Grecia continua.
Thomas Fazi
Come l’austerità ha distrutto l’Europa
Il fallimento delle politiche implementate in Europa dal 2010 in poi – un connubio di austerità fiscale, riforme strutturali (di impronta marcatamente neoliberista) e politiche monetarie espansive – è ormai sotto gli occhi di tutti.
Fabrizio Patriarca
I tabù europei e la creatività dei grigi burocrati
Fabrizio Patriarca esamina alcune proposte emerse di recente nell’ambito del progetto di completamento dell’Unione Economica e Monetaria e da esse trae spunto per sostenere che contrariamente a un diffuso luogo comune i “grigi burocrati” di Bruxelles e Francoforte sono in realtà dotati di notevole creatività. Essi, infatti, ad avviso di Patriarca trovano soluzioni creative in grado di mediare tra posizioni diverse senza toccare i “tabù” che sono all’origine di quelle divisioni. Però, le conseguenze di questa creatività sono spesso molto negative.
I Diavoli
Helicopter Money. Cosa accadrebbe se il Quantitative Easing finanziasse i privati invece delle banche?
Il bazooka di Mario Draghi si è inceppato, ormai è chiaro a tutti: il Quantitative Easing non sta producendo gli effetti sperati e la liquidità messa in circolo dalla Bce si ferma negli istituti finanziari in crisi senza riuscire a raggiungere imprese e famiglie.
Federico Dezzani - da Federico Dezzani blog
Il sinistro scricchiolio delle banche: ultimo stadio dell’eurocrisi
La prima metà del 2016 è un lunga e sanguinosa mattanza borsistica per le banche italiane: Intesa SanPaolo -30%, Unicredit -40%, Banco Popolare -40%, Banca MPS -50%. E poi gli strascichi delle quattro banche “salvate” nel dicembre 2015, il clamoroso fallimento della ricapitalizzazione della Banca popolare di Vicenza, il timore del ripetersi di un flop simile per Veneto Banca e, soprattutto, l’incubo che qualche istituto “sistemico” imbarchi ancora un po’ d’acqua e coli a picco. Tutta colpa del “bail in”? Più che la causa, il “bail in” è la conseguenza della debolezza del sistema creditizio italiano: arrivati a questo punto dell’eurocrisi, l’infezione si è propagata dall’economia reale alle finanze pubbliche, sino ad infettare i bilanci delle banche. Berlino non ha nessuna intenzione di sobbarcarsi il costo di un salvataggio bancario e mette l’Italia di fronte alla scelta: scaricare le perdite su correntisti ed obbligazionisti o uscire dall’euro. Scenario, quest’ultimo, sempre più concreto.
Luca Steinmann - da Il Corriere del Ticino
Immigrati, precariato e famiglia. Polemiche in Italia, il Corriere del Ticino svela cosa ha detto davvero il ministro Giannini all'omologa tedesca Johanna Wanka
Il mondo del web in Italia è in subbuglio per un'intervista rilasciata dal ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca Stefania Giannini al giornalista Luca Steinmann a Villa Vigoni il 4 maggio scorso a margine dell'incontro con l'omologa tedesca Johanna Wanka e pubblicata sull'Huffington Post. Intervista che ha suscitato vivaci reazioni per alcune affermazioni del ministro sugli immigrati, sul precariato e sul futuro della famiglia. Alcuni siti hanno ripreso l'articolo, il ministero ha pubblicato un breve comunicato stampa di precisazione, smentendo alcune frasi, in gran parte riferiti ad altri articoli apparsi sul web che avevano impropriamente citato l'articolo apparso sull'Huffington Post. Alla fine lo stesso Huffington Post ha deciso di cancellare l'articolo; il che non ha avuto altro effetto che di ampliare ulteriormente il rumore mediatico sui social.
Udo Ulfkotte - da Voci dall'Estero blog
La crisi dell’euro e dei rifugiati possono combinarsi e portare l’Europa alla distruzione. E in Germania i mass media continuano a coprire la verità
Da Russia Insider la denuncia di un giornalista tedesco controcorrente (in origine apparsa su Kopp Online) sul clima di appiattimento conformistico della grande informazione tedesca. Udo Ulfkotte traccia un parallelo tra l’atteggiamento tenuto dai maggiori media al momento dell’ingresso nell’euro – negare ogni rischio e diffamare chi sollevava obiezioni – e quello di oggi nei confronti della crisi dei rifugiati. Adesso come allora i mezzi di informazione seguono uno schema propagandistico, negando ogni problema e marchiando come “nazionalisti” o “xenofobi” coloro che mettono in guardia contro i disastri che potranno scaturire dal combinarsi della crisi dell’euro con quella dei rifugiati.
Saint Simon - da Voci dall'Estero blog
Seymor Hersch, giornalista premio Pulitzer: Hillary Clinton approvò l’invio di gas sarin ai ribelli siriani per incastrare Assad
l sito Free Thought Project riporta un articolo sui legami di Hillary Clinton con l’attacco chimico al gas sarin a Ghouta, in Siria, nel 2013. Dalle relazioni tra USA e Siria (ne avevamo parlato qui), al ruolo della Clinton nella politica estera USA e nell’approvvigionamento di armi dalla Libia verso l’Isis (ne avevamo parlato qui e qui), alle dichiarazioni del giornalista premio Pulitzer Seymour Hersh su un accordo del 2012 tra l’amministrazione Obama e i leader di Turchia, Arabia Saudita e Qatar, per imbastire un attacco con gas sarin e darne la colpa ad Assad, tutte le prove punterebbero in una direzione: i precursori chimici del gas sarin sarebbero venuti dalla Libia, il sarin sarebbe stato “fatto in casa” e la colpa gettata sul governo siriano come pretesto perché gli Stati Uniti potessero finanziare e addestrare direttamente i ribelli siriani, come desideravano i sauditi intenzionati a rovesciare Assad. Responsabile della montatura l’allora Segretario di Stato USA e attuale candidata alla presidenza per i Democrat, Hillary Clinton.
Dmitry Orlov da Dmitry Orlov blog - La vita ai tempi del collasso
Arriva la "Rivoluzione Colorata"
Se Sun Tsu fosse stato il co-autore di un trattato sull’arte dello sport assieme a Capitan Obvious, una citazione da quel fondamentale lavoro reciterebbe come segue: Se la tua squadra insiste a fare una partita in attacco e continua a perdere, alla fine si troverà a giocare una partita in difesa, e finirà per perdere anche quella. Ovvio, no? La squadra che ho in mente è quella del regime di Washington, infestata di neocon, che al momento è odiata quasi universalmente, sia negli USA che al di fuori dei loro confini, e la partita in attacco è quella che è stata giocata dal Sindacato delle Rivoluzioni Colorate, con George Soros a tenere i conti e a prendere le decisioni. Avendo perso terreno in tutto il mondo, adesso sta rivolgendo la sua attenzione a cercare di vincere in casa, cioè negli USA.
Federico Dezzani - da Federico Dezzani blog
Derivati di Stato, una rapina con molti basisti
Danno erariale da 3,8 €mld, violazione delle norme di contabilità generale dello Stato e subalternità alle banche d’affari: sono queste le accuse sollevate contro il Ministero del Tesoro dalla Procura regionale della Corte dei Conti del Lazio, nell’indagine sulla ristrutturazione dei derivati finanziari concordata nel 2012 tra Via XX Settembre e Morgan Stanley. Il caso è un edificante esempio della gestione dei derivati: il premier Mario Monti, ex-consulente di Goldman Sachs, ed il ministro dell’Economia Vittorio Grilli, futuro presidente di JP Morgan per i mercati europei, esborsano, senza consultare l’avvocatura generale di Stato, una cifra miliardaria a Morgan Stanley, la cui filiale italiana è presieduta dall’ex-ministro dell’Economia, Domenico Siniscalco. Sui derivati vige il massimo riserbo, perché parlarne significa indagare sui contratti capestro con cui l’Italia fu introdotta all’euro e sulle responsabilità di intoccabili come Carlo Azeglio Ciampi e Mario Draghi.
Fulvio Grimaldi - da MondoCane controblog
CAIRO-ROMA: il Caso Regeni.Come tagliarsi le ... e vivere felici
"Poi gli uomini di Stato inventeranno basse bugie e daranno la colpa alla nazione sotto attacco e tutti saranno soddisfatti di queste falsità che placano la coscienza e le ripeteranno diligentemente e rifiuteranno di prendere in considerazione qualsiasi refutazione. E così si convinceranno un po’ per volta che l’aggressione è giusta e ringrazieranno il Signore per il buon sonno di cui godono grazie a questo processo di grottesco auto-inganno.” (Mark Twain)
vedi elenco completo...
LOGIN
Email
Password
Ricorda email
 
RECUPERA LE CHIAVI D'ACCESSO
REGISTRAZIONE NUOVO UTENTE