GIURÆMILIA rel. 2.2.31.0Skip Navigation Links > Home page

Giurisprudenza di merito  Fascicolo 16/01/2018 n. 2    Documenti n. 26   : ORDINE CRONOLOGICO Fascicoli pregressi 2017     Fascicoli precedenti...
 
Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Arceri Alessandra
[RECLAMO] Società - Conflitto di interessi - Gruppo di società - Coincidenza soggettiva dell'amministratore della società disponente e delle società beneficiarie - Arricchimento e depauperamento delle società del gruppo - Conflitto di interessi - Configurabilità - Società  - Amministratori - Dissesto e fallimento - Responsabilità degli amministratori - Natura contrattuale - Prestazioni esigibili - Riconducibilità alla diligenza generica del mandatario - Esclusione - Diligenza qualificata professionale  - Configurabilità  - Condotta gestoria degli amministratori - Valutazione ex ante - Necessità - Sequestro conservativo - Fallimento - Azione di responsabilità nei confronti degli amministratori - Istanza di sequestro conservativo - Fumus e periculum -  Configurabilità - Rif.Leg. artt.1394, 1710, 2392, 2467, 2497, 2497quinquies cc; artt.669terdecies, 671 cpc;art.146 RD 267/1942;
Reclamanti soccombenti - Reclamato vittorioso

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Brusati Stefano
[RECLAMO TRIB REGGIO EMILIA] Lavoro rapporto - Licenziamento: tutela reale e reintegrazione - Rito Fornero - Assenza del requisito dimensionale - Domanda subordinata di tutela obbligatoria presentata in sede di opposizione - Ammissibilità - Domanda di tutela reale e domanda di tutela obbligatoria - Rapporto di continenza - Configurabilità - Licenziamento: disciplinare - Aggressione del collega - Ferimento - Testimonianza della persona offesa - Attendibilità - Licenziamento - Proporzionalità - Procedimento disciplinare e sanzioni - Audizione del lavoratore - Istanza del legale del lavoratore - Soggetto non legittimato alla richiesta - Obblighi datoriali di audizione  - Insussistenza - Rif.Leg. art.1 L.92/2012; art.18 L.300/1970; art.8 L.604/1966;
Reclamante vittorioso - Reclamato soccombente

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. Iovino Pietro
Professioni intellettuali - Responsabilità civile: avvocati - Controversia in tema di sinistro stradale - Interruzione del processo per decesso del convenuto - Mancata riassunzione - Estinzione - Nuova azione risarcitoria nei confronti degli eredi - Prescrizione - Compimento - Responsabilità civile: avvocati - Compimento di atti interruttivi della prescrizione - Ordinaria diligenza dell'avvocato - Esigibilità - Mancata produzione in giudizio della documentazione interruttiva - Omissione colposa del legale - Efficacia causale del danno - Esclusione - Prescrizione e decadenza - Prescrizione: interruzione - Atto introduttivo di giudizio estinto - Efficacia interruttiva istantanea - Configurabilità - Effetto permanente dell'interruzione - Esclusione - Ridecorso di nuovo termine di prescrizione dalla domanda giudiziale - Efficacia interruttiva degli atti processuali successivi - Preclusione - Maturazione della prescrizione - Configurabilità - Responsabilità civile: avvocati - Omessa produzione di atti interruttivi della prescrizione - Incidenza sulla causa - Esclusione - Rif.Leg. artt.1176, 1218, 2236, 2943, 2945 cc; art.305, 310 cpc;
Attore soccombente - Convenuto vittorioso

Tribunale RAVENNA - Est. dr. Medi Alessandra
Lavoro rapporto - Licenziamento: ritorsivo - Dipendente di Banca - Denuncia querela nei confronti del Direttore Generale per minacce - Archiviazione per ingiurie - Intimazione di licenziamento per lesione dell'immagine dell'azienda - Addebiti generici - Licenziamento comminato in ragione della querela -  Natura non calunniosa della querela -  Licenziamento di natura ritorsiva - Configurabilità -  Licenziamento: giusta causa - Denuncia querela nei confronti del datore - Fatti astrattamente integranti ipotesi di reato - Archiviazione - Natura non calunniosa - Integrazione della giusta causa - Esclusione - Rif.Leg. artt.594, 612 cp; art.1 .92/2012; art.18 L.300/1970; art.6 .604/1966; [ACCOGLIMENTO]
Opponente (rito Fornero) vittorioso - Opposto (rito Fornero) soccombente

Tribunale RAVENNA - Est. dr. Donofrio Annarita
Fallimento - Revocatoria fallimentare: rimesse in conto corrente bancario - Atti estintivi dell'esposizione debitoria - Accrediti su conto anticipi - Riduzione dell'esposizione debitoria - Consistenza e durevolezza delle rimesse - Configurabiità - Revocatoria fallimentare: termine di decorrenza - Consecuzione delle procedura - Azione revocatoria - Dies a quo del termine di decorrenza del periodo sospetto - Momento della pubblicazione della domanda di concordato nel Registro Imprese - Configurabilità - Rif.Leg. artt.67, 69bis, 70 RD 267/1942;
Attore vittorioso - Convenuto soccombente

Tribunale PARMA - Est. dr. Sinisi Nicola
Contratti in generale - Simulazione del contratto - Dissesto Parmalat - Somme illegalmente distratte dalle casse del gruppo per l'acquisto di compendio immobiliare intestato a prossimo congiunto - Illiceità della causa e dell'oggetto - Donazione indiretta - Nullità - Simulazione relativa - Ricorrenza - Simulazione del contratto - Interposizione fittizia finalizzata all'occultamento di ingenti somme di provenienza illecita - Titolarità dei beni compravenduti in capo al soggetto interponente - Sussistenza - Rif.Leg. art.1414 cc;
Attore vittorioso - Convenuti soccombenti

Tribunale MODENA - Est. dr. Bettini Luigi
Lavoro rapporto - Licenziamento: discriminatorio - Licenziamento per g.m.o. intimato al termine del periodo di puerperio (entro l'anno di età del nascituro) - Licenziamento con effetto differito - Inefficacia - Divieto legale - Natura discriminatoria - Nullità - Apprendistato - Maternità - Licenziamento discriminatorio - Mancata disdetta ex art.2118 cc del rapporto di apprendistato - Compimento del rapporto - Non rilevanza - Reintegrazione e risarcimento del danno - Trasferimento d'azienda - Cessione di soli lavoratori - Complesso stabile organizzato di lavoratori - Integrazione del trasferimento d'azienda - Configurabilità - Lavoratori non coordinati in attività unitaria - Trasferimento d'azienda  - Esclusione - Rif.Leg. art.1334, 2112, 2118 cc; art.1 L.92/2012; art.54 D.lgs 151/2011; art.19 L.25/1955; art.2 D.lgs 167/2011;
Opponente (rito Fornero) soccombente - Opposto (rito Fornero) soccombente

Tribunale RAVENNA - Est. dr. Vicini Massimo
Contratti in generale - Presupposizione - Cooperativa - Locazione ed assegnazione in favore del socio di propria unità immobiliare - Eccedenza del canone - Procacciamento clienti in favore del socio conduttore - Presupposto inespresso della volontà negoziale - Presupposizione comune e determinante del rapporto - Non configurabilità - Rilascio e pagamento integrale del canone - Rif.Leg. artt.1467, 1455 cc; artt.5 L.392/1978;
Attore vittorioso - Convenuto soccombente

Tribunale PARMA - Est. dr. Cicciò Giacomo
Assicurazione contratto - Assicurazione contro i danni - Lesioni personali derivanti da responsabilità medico-ospedaliera - Polizza assicurativa contro gli infortuni non mortali stipulata dal danneggiato in proprio favore - Disciplina dell'assicurazione contro i danni - Riconducibilità - Cumulo dell'indennizzo assicurativo e del risarcimento dovuto dal terzo responsabile  - Preclusione - Rif.Leg. artt.1882, 1895, 1904, 1908, 1916 cc;
Attore soccombente - Convenuto vittorioso

Tribunale MODENA - Est. dr. Conte Vincenzo
Lavoro rapporto - Licenziamento: giusta causa - Infortunio sul lavoro - Attestazione medica di compatibilità alla mansione - Rientro tardivo del lavoratore (per assenze ingiustificate) - Abbandono del posto di lavoro per ricaduta in malattia - Periodo di assenza ingiustificata - Previsioni del CCNL - Licenziamento per giusta causa - Legittimità - Procedimento disciplinare e sanzioni -  Assenza ingiustificata - Violazione di doveri fondamentali del rapporto di lavoro - Garanzie di pubblicità del codice disciplinare - Inapplicabilità - Procedimento disciplinare e sanzioni - Istanza di audizione del lavoratore - Differimento del provvedimento disciplinare - Spostamento del termine - Suscettibilità - Tempestività del provvedimento sanzionatorio - Rif.Leg. art.1 L.92/2012; art.6 L.604/1966; art.41 D.lgs 81/2008; art.7 L.300/1970;
Opponente (rito Fornero) soccombente - Opposto (rito Fornero) vittorioso

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Guidotti Pietro
[RECLAMO TRIB RAVENNA] Fallimento – Istanza di fallimento – Ex dipendenti – Crediti da lavoro insoluti – Stato di insolvenza – Decreti ingiuntivi e procedure espropriative a fronte di modeste debenze – Incapacità di regolare adempimento delle obbligazioni – Attività d’impresa di fatto interrotta – Dichiarazione di fallimento – Dichiarazione in prime cure di fallimento della S.a.s. e del socio accomandatario in proprio – Proposizione di reclamo avverso la decisione – Successiva “Rinunzia al reclamo” – Irrilevanza – Mancata comparizione del reclamante e dei resistenti – Irrilevanza – Potere-Dovere della Corte di decisione sul reclamo – Imprescindibilità – Reclamo avverso dichiarazione di fallimento – Effetto devolutivo pieno – Procedimento camerale – “Rinunzia al reclamo” – Decisione di rinvio della trattazione\ di improcedibilità\ di “non luogo a procedere” – Esclusione – Reclamo avverso dichiarazione di fallimento – Infondatezza nel merito – Presupposti dimensionali di fallibilità – Sussistenza – Stato d’insolvenza – Sussistenza – Reclamo – Reiezione – Rif. Leg. artt.1, 5, 6, 15, 18 RD 267/1942 (Lg. Fall.re); art.2 DLgs 169/2007; artt.342, 345 cpc; art.13 DPR 115/2002; [REIEZIONE]
Istanza del reclamante. Rigetto
[P.M.]

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Guidotti Pietro
[RELAMO TRIB FORLÌ] Fallimento – Istanza di fallimento – Credito ‘non portato’ da titolo giudiziale definitivo – Irrilevanza – Legittimazione del creditore istante – Sussistenza – Stato di insolvenza – Presupposti dimensionali di fallibilità – Ricorrenza – Capacità patrimoniale immobiliare e liquidità – Prevalenza delle complessive passività – Dichiarazione di fallimento – Fondatezza – Reclamo avverso dichiarazione di fallimento – Infondatezza – Rif. Leg. artt.1, 5, 6, 15, 18 RD 267/1942 (Lg. Fall.re); art.13 DPR 115/2002; [REIEZIONE]
Istanza del reclamante. Rigetto
[P.M.]

Tribunale REGGIO EMILIA - Est. dr. Casadonte Anna Maria
Intervento in causa e litisconsorzio - Intervento: volontario - Revocatoria ordinaria in sede fallimentare - Concordato fallimentare - Intervento in causa dell'assuntore - Successione a titolo particolare nel processo - Pretermissione del fallimento attore originario - Configurabilità - Revocatoria ordinaria - Successione a titolo particolare - Legittimazione del creditore cessionario all'azione pauliana - Accertamento incidentale del credito - Configurabilità -Revocatoria ordinaria - Atti di disposizione - Pagamenti di debiti scaduti - Eventus damni - Preclusione - Rapporti personali fra il debitore ed il terzo - Presunzione di consilium fraudis - Esclusione - Presupposti dell'azione revocatoria - Insussistenza - Rif.Leg. artt.2901 cc;
Attore soccombente - Convenuti vittoriosi

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Parisi Mariapia
[APP TRIB FERRARA] Proprietà e confini – Azione di regolamento dei confini – Fondi finitimi – Costruzione di manufatto – Effettiva estensione delle proprietà confinanti – Indicazioni chiare o utili contenute nei titoli – Insussistenza – Disposizione di Consulenza Tecnica di Udienza (CTU) su istanza di entrambe le parti in controversia – “Accertamento sussidiario” affidato alle risultanze desumibili dalle mappe catastali (cartacee e digitali) – Legittimità – Conseguente “riconfinamento” sulla base dei c.d. punti “fiduciali” – Fondatezza – Elementi idonei ai fini di diversa posizione dei confini – Inottemperanza all’onere di allegazione – Motivazione dell’accertamento di “sconfinamento” – Legittimità – Acritico o immotivato recepimento della CTU – Esclusione – (Conformità agli insegnamenti di Corte di Cassazione in materia di actio finium regundorum)Consulenza tecnica – Assunzione della CTU a mero mezzo di prova a rilevanza e prevalenza esaustiva – Esclusione – Rif. Leg. art.950 cc; artt.61, 62, 191, 195 cpc;[CONFERMA]
Appellante soccombente - Appellato vittorioso
[P.M.]

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Saracini Enrico
[APP TRIB FERRARA] Sentenza civile – Procedimento secondo il rito del lavoro – Mancata lettura in udienza del dispositivo della sentenza (I grado di giudizio) – Nullità della sentenza – Infondatezza – Appello e devoluzione al giudice di appello – Prevalenza esaustiva – Contratti in generale – Interpretazione del contratto – Scrittura privata – Garages e ripostiglio – Concessione in uso – Assenza di termine finale – Pagamento mensile – Qualificazione del negozio in termini di comodato gratuito e precario – Locazione – Concessione di immobili in uso – Integrazione di contratto di locazione – Esclusione – Registrazione di atto unilaterale del “concessionario” dei beni – Irrilevanza – Comodato gratuito e precario – Consistenza immobiliare concessa in comodato – Fissazione di termine generico di restituzione – Richiesta del comodante di restituzione – Legittimità – Condanna in prime cure all’immediato rilascio – Legittimità e fondatezza – Rif. Leg. artt.156, 429 cpc; art.46 L 392/1978; artt.1362, 1363, 1803, 1809, 1810 cc; [CONFERMA]
Appellanti soccombenti in rito e nel merito - Appellati vittoriosi
[P.M.]

Tribunale MODENA - Est. dr. Ricci Filippo
APP GIUDICE di PACE] Sentenza civile - Pubblicazione e comunicazione - Sentenza del Giudice di Pace - Duplice apposizione in calce della data di deposito e della data di pubblicazione riconducibili ad annualità differenti - Pubblicazione non contestuale al deposito - Fatto contra legem - Dies a quo del termine per l'impugnazione - Momento della conoscibilità o dell'inserimento del provvedimento nell'elenco cronologico - Prove civili - Giuramento decisorio - Revoca del mandato - Onorari professionali legali - Giudizio di appello - Conferimento di giuramento decisorio - Pagamento eseguito prima della revoca del mandato - Prescrizione presuntiva - Non configurabilità - Rif.Leg. artt.2956, 2957 cc; artt.327, 342 cpc;
Appellante vittorioso - Appellato soccombente

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Guernelli Michele
[APP TRIB BOLOGNA] Intermediazione finanziaria – Valori mobiliari – Titoli obbligazionari “Lheman Bothers” – Assenza di ordine scritto di acquisto – Legittimità – Ordine di acquisto impartito verbalmente – Legittimità – Ordini (disposizioni) di acquisto impartiti dal cliente\ investitore – Esistenza effettiva – Nullità delle operazioni di investimento – Infondatezza – Annullabilità – Annullabilità dei contratti di investimento – Infondatezza – Operatività dell’intermediario finanziario in conflitto di interessi – Esclusione – Negoziazione dei titoli in contropartita diretta – Irrilevanza – Risoluzione per inadempimento dei contratti di investimento – Infondatezza – Omissione da parte dell’intermediario finanziario degli obblighi informativi – Insussistenza – Titoli obbligazionari di rating elevato fino all’imminenza del default – Natura speculativa – Inadeguatezza dell’investimento – Esclusione – Obblighi informativi dell’intermediario successivi alla disposizioni di acquisto – Inesigibilità – Rif. Leg. artt.21, 23 DLgs 58/1998 (recante “Testo delle disposizione in materia di intermediazione finanziaria”, c.d. “TUF” o “TUIF”); artt.1, 27, 28, 29 Reg. Consob 15122/1998 (Regolamento attuativo del TUF o TUIF); artt.1352, 1394, 1395, 1453, 1455 cc; [CONFERMA]
Appellante soccombente - Appellato vittorioso
[P.M.]

Tribunale RAVENNA - Est. dr. Sereni Lucarelli Roberto
Responsabilità civile - Responsabilità della Pubblica Amministrazione - Pedone - Buca sul manto stradale - Lesioni - Bene gestito dalla P.A. - Disciplina della responsabilità custodiale - Applicabilità - Danno cagionato da cose in custodia - Pedone - Buca sul manto stradale - Mero avvallamento - Insidia o trabocchetto - Non configurabilità - Avvallamento su manto stradale - Occasionalità del danno - Efficacia concausale - Esclusione - Condotte negligenti del pedone - Prevalenza - Rif.Leg. art.2050, 2051 cc;
Attore soccombente - Convenuto vittorioso

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Parisoli Francesco
[APP TRIB REGGIO EMILIA] Contumacia civile – Contumacia della parte convenuta nel I grado di giudizio – Procedimento di separazione personale dei coniugi – Notificazione del ricorso introduttivo e del verbale dell’udienza presidenziale alla residenza anagrafica – id est : residenza “originaria” – Legittimità – Assenza di disposizioni dell’interessato relative all’allontanamento dalla residenza anagrafica (originaria) – Residenza “effettiva” – Inottemperanza all’onere della prova – Istanza della parte contumace di rimessione in termini – Reiezione – Separazione dei coniugi – Separazione giudiziale – Rituale instaurazione del contraddittorio avanti il Tribunale – Declaratoria contumaciale di separazione personale dei coniugi nel I grado di giudizio – Legittimità – Procedimento di separazione personale dei coniugi – Contumacia nel I grado di giudizio per causa non imputabile alla parte – Esclusione – Domande del coniuge contumace avanzate con il gravame (proposto avverso la sentenza pronunziata in prime cure) – Domande nuove – Inammissibilità – Rif. Leg. artt.44, 150, 151 cc; artt.91, 294, 345 cpc; [CONFERMA]
Appellante soccombente in rito - Appellato vittorioso in rito - Conclusioni del Procuratore Generale. Accoglimento
[P.M.]

Tribunale RAVENNA - Est. dr. Bernardi Dario
Associazioni sindacali - Condotte antisindacali - Licenziamento del lavoratore - Nullità e reintegrazione per motivi antisindacali repressi con procedimento ex art.28 SdL - Separato giudizio di risarcimento del danno - Configurabiità - Licenziamento: reintegrazione - Licenziamento nullo per condotte antisindacali - Risarcimento del danno - Lavoro a termine agricolo - Periodo residuo inferiore a minimo risarcitorio delle 5 mensilità - Non rilevanza - Licenziamento: reintegrazione - Risarcimento de danno - Lavoro a termine agricolo - Lavoro discontinuo a giornate - Criterio della retribuzione media mensile dell'ultimo anno - Configurabilità - Rif.Leg. artt.18, 28 L.300/1970; art.4 L.604/1966;
Ricorrente vittorioso - Resistente soccombente

Tribunale BOLOGNA - Est. dr. D`Orazi Marco
Competenza e giurisdizione - Competenza: per materia - Fusioni ed incorporazione di banche - Clausola statutaria societaria di attribuzione degli utili all'associazione operaia bolognese (SOB) pervenuta nello statuto dell'ultima incorporante - Riparto della competenza fra Tribunale Ordinario e Tribunale delle Imprese - Questione di "confine" - Profilo contrattuale - Prevalenza - Competenza Ordinaria - Configurabilità - Società - Fusione ed incorporazione - Incorporazione di Banche (BOB BAM MPS) - Clausola statutaria di assegnazione somme in favore ad associazione mutualistica - Donazione - Non configurabilità - Promessa unilaterale - Esclusione - Contratto a favore di terzo - Prevalenza - Contratto a favore di terzo - Atto di fusione - Natura pattizia - Disposizioni del contratto a favore di terzo - Applicabilità alla fusione di società - Obbligazioni del promittente incorporante verso il terzo beneficiario - Configurabilità - Inefficacia del'obbligazione in caso di assenza di utili - Esclusione - Rendita perpetua e vitalizia - Obbligazione a tempo indeterminato - Esclusione - Obbligazione perpetua assunta in sede di fusione - Ammissibilità - Rendita perpetua - Configurabiità - Diritto di recesso dell'incorporante - Preclusione - Rif.Leg. artt.1322, 1333, 1372, 1373, 1411, 1987, 1861, 1869, 2437 cc; art.3 D.gs 168/2003;
Opponente soccombente - Opposto vittorioso

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Di Pasquale Riccardo
[APP TRIB REGGIO EMILIA] Divorzio – Assegno di mantenimento dei figli – Comparazione delle situazioni economico- patrimoniali degli ex coniugi – Riduzione obiettiva delle capacità reddituali dell’ex coniuge obbligato – a. Figlia maggiorenne economicamente non emancipata – Determinazione minore nel quantum dell’assegno di mantenimento dovuto – b. Figlio maggiorenne colpevolmente non emancipato sul piano economico – Esclusione dell’obbligo di corresponsione dell’assegno di mantenimento – Assegnazione della casa coniugale – (Inammissibilità in rito della domanda\ Infondatezza nel merito) – Risultanze anagrafiche – Cessazione di stabile abitazione dell’ex casa coniugale da parte dell’ex coniuge assegnatario – Sopravvenuta carenza dell’interesse dei figli al mantenimento dell’habitat familiare – Revoca dell’assegnazione della casa familiare – Spese giudiziali – Regolamento delle spese: gradi precedenti – Obbligo del giudice di appello in esito a riforma – Compensazione parziale per entrambi i gradi di giudizio – Rif. Leg. artt.4, 6 L 898/1970; artt.155quater abrogato, 337sexies cc; artt.91, 92 cpc; [RIFORMA PARZIALE]
Appellante Appellato incidentale prevalentemente soccombente - Appellato Appellante incidentale parzialmente vittorioso - Conclusioni del Procuratore Generale. Accoglimento parziale
[P.M.]

Tribunale PARMA - Est. dr. Vittoria Marco
Separazione dei coniugi - Alimenti e mantenimento - Intimazione di precetto per parziale omissione  del contributo del mantenimento della prole - Accordi di separazione - Clausola di aumento del contributo in dipendenza dalla trasformazione del rapporto di lavoro del coniuge obbligato da part time a full time - Contratti in generale - Interpretazione del contratto - Causola contenuta negli accordi di separazione - Variazione del contributo in base alle variazioni delle condizioni lavorative dell'obbligato - Interpretazione integrativa/modificativa della clausola - Regola iuris applicabile - Facoltà di renvirement negativo del rapporto di lavoro - Quantum del contributo - Rideterminazione - Rif.Leg. artt.156, 1359, 1366, 1374, 1375 cc; artt.615 cpc;
Opponente parzialmente vittorioso - Opposto parzialmente soccombente

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Guidotti Pietro
[APP TRIB MODENA] Banche – Banca costituita in forma di società cooperativa – Elezione dei componenti il C.d.A. – Discussione – Diritto di intervento dei soci – Violazione per illegittima chiusura della discussione – Esclusione – Annullamento in prime cure della delibera di nomina del C.d.A. – Illegittimità ed infondatezza della pronunzia – Società – Assemblea – Elezione dei componenti il C.d.A. – Esercizio del diritto di intervento nella discussione attuativo di disegno ostruzionistico – Uso contrario a “buona fede” del diritto dei soci di partecipazione alla discussione – Pregiudizio al regolare svolgimento dei lavori assembleari – Esercizio da parte del Presidente dell’assemblea del potere di conclusione anticipata della discussione – Legittimità – Tutela del diritto di tutti i soci di partecipazione all’assemblea – Contemperamento di opposti interessi – Finalità di garanzia all’effettivo esplicarsi del diritto di voto – Impugnazione della delibera assembleare – Impugnazione della delibera assembleare di società cooperativa di elezione del C.d.A. – Infondatezza – Legittimità, validità ed efficacia della delibera – Declaratoria (in esito a gravame)Rif. Leg. artt.2371, 2377, 2379 cc; art.135 DLgs 58/1998 (TUF o TUIF); (Fattispecie attinente alle vicende delle liste di ‘maggioranza’ e ‘minoranza’ nel consesso assembleare della Banca Popolare dell’Emilia Romagna)[RIFORMA INTEGRALE]
Appellante vittorioso - Appellato soccombente
[P.M.]

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Ferrigno Lucia
[APP TRIB FORLÌ] Procedimento civile – Citazione e costituzione delle parti – Appello – Iscrizione a ruolo della causa – Notificazione telematica – Atto di citazione notificato telematicamente a mezzo PEC – Formalità intempestiva dipendente da causa non imputabile al difensore – (id est : disfunzione del server di studio) – Infondatezza – Modalità di archiviazione dei messaggi pervenuti all’indirizzo di posta elettronica certificata – id est : modalità di gestione della web mail – Rilevanza – Dovere di diligenza e prudenza professionale – Inottemperanza – id est : mancata predisposizione da parte dell’avvocato di normali mezzi di salvataggio della documentazione e delle comunicazioni informatiche – Specifici obblighi ex lege sui requisiti della casella di PEC di Avvocato – Inadempimento – Termini processuali – Termini perentori – Inottemperanza ai fini della proposizione del gravame – Iscrizione a ruolo e costituzione in giudizio tardive – Istanza di Rimessione in termini – Reiezione – Improcedibilità dell’appello – Rif. Leg. art.1176 cc; art.20 DM 44/2011; artt. 153, 348 cpc; art.13 DPR 115/2002; [CONFERMA]
Appellante soccombente in rito - Appellato vittorioso in rito
[P.M.]

Corte d`Appello BOLOGNA - Est. dr. Guernelli Michele
[APP TRIB BOLOGNA] Titoli di credito – Cambiale – Effetti cambiari con firma apocrifa – Messa allo sconto delle cambiali “false” – Mancato pagamento – Levata di protesto illegittima – Integrazione di illecito extracontrattuale – Responsabilità civile – Responsabilità da fatto illecito o aquiliana – Protesto illegittimo – in ispecie : di Amministratore Unico di S.r.l. – Danno patrimoniale – Danno all’immagine dell’Amministratore Unico di società e della società amministrata (S.r.l.) – Accertamento di sussistenza, valutazione e liquidazione in prime cure – Fondatezza – Concorso di colpa del danneggiato – Sussistenza – Attinenza al tempo intercorso tra provvedimento di sequestro dei titoli e ricorso per la cancellazione – id est : rettifica del protesto – Rilevanza in pejus per il danneggiato (in esito a gravame) – Danno patrimoniale emergente – Spese legali (sostenute dal protestato) diverse da quelle processuali – Inottemperanza all’onere della prova – Ricorso a criteri equitativi – Esclusione – Danno patrimoniale – Lucro cessante – Condizioni peggiorative applicate dai fornitori nei rapporti commerciali con la società ‘protestata’ – Conseguenti interessi passivi patiti nei rapporti bancari – Allegazione mancante di capacità distintiva e di precisa enucleazione – Danno non patrimoniale – Danno non patrimoniale patito dall’Amministratore Unico illegittimamente protestato e dalla società amministrata (S.r.l.) – Sussistenza – Correzione in aumento del criterio equitativo applicato in prime cureRif. Leg. R.D. 1669/1933; L 349/1973; DPR 290/1975; artt.91, 92, 670, 700 cpc; artt.1223, 1226, 1227, 2043 cc; [RIFORMA PARZIALE]
Appellante e Appellati. Soccombenza parziale reciproca
[P.M.]


 
Ricerca generale
Ricerca per voci
Area riservata utenti
Corte d'Appello di Bologna
Tribunale dei minori di Bologna
Tribunale di Bologna
Tribunale di Ferrara
Tribunale di Forlì-Cesena
Tribunale di Modena
Tribunale di Parma
Tribunale di Piacenza
Tribunale di Ravenna
Tribunale di Reggio Emilia
Tribunale di Rimini
Giudici di Pace
 
Provvedimenti massimati
Note e commenti
dr. Luciano Varotti (Consigliere Corte d'Appello di Bologna)
CORSO DI FORMAZIONE PER GESTORI DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO - Il sovraindebitamento e il piano del consumatore
La legge 27 gennaio 2012 n° 3 si propone di dettare misure in materia di usura e di crisi da sovraindebitamento. Ricorda molto una fenice, il noto uccello mitologico famoso per il fatto di risorgere dalle proprie ceneri dopo la morte, se è vero – come lo è – che essa venne preceduta dal DL 22 dicembre 2011 n° 212 ("disposizioni urgenti per l’efficienza della giustizia civile"), le cui disposizioni vennero abrogate dalla legge di conversione del 17 febbraio 2012 n° 10, per risorgere – per l’appunto – con la legge n° 3 del 2012. L’originario impianto normativo contenuto in questa legge venne poi stravolto dall’intervento effettuato con il d.l. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221, grazie al quale siamo arrivati alla attuale formulazione del testo normativo. Direi però che, invece di rinascere giovane e potente, la legge n° 3 ha assunto la forma di un Cerbero, un mostro mitologico tricefalo con un unico corpo: c’è solo da augurarsi che essa non duri 500 anni, come la vera Fenice.
dr.ssa RossellaTalia (Presidente Tribunale di Rimini)
LINEE GUIDA in materia di istanze ex art. 492 bis c.p.c. – 155 quinquies disp. att. c.p.c.
In attesa della operatività dell’accesso alle banche dati da parte dell’ufficiale giudiziario ex art. 492 bis c.p.c. – coincidente con l’inserimento di ciascuna delle banche dati nell’elenco pubblicato sul portale dei servizi telematici (art. 155 quater comma 1 e art. 155 quinquies comma 2 disp. att. c.p.c. nel testo novellato dalla Legge 6 agosto 2015 n. 132, di conversione con modificazioni del Decreto Legge 27 giugno 2015 n. 83) – la ricerca da parte del creditore con modalità telematiche di beni ai fini del pignoramento mobiliare o presso terzi è disciplinata dall’art. 155 quinquies disp. att. c.p.c. in relazione all’art. 492 bis c.p.c.
Avv. Giuseppe Villone (Foro di Bologna)
Brevi note sulle notificazioni in proprio eseguite a mezzo PEC a seguito del D.M 48/2013 e sul Protocollo sulle notificazioni tramite PEC dell’Osservatorio della Giustizia Civile di Bologna del 21 luglio 2014
La possibilità di effettuare notificazioni a mezzo PEC in proprio da parte degli avvocati ai sensi della L. 53/1994 rappresenta indubbiamente forse una delle più significative recenti semplificazioni degli innumerevoli adempimenti formali cui il legale che svolge essenzialmente attività giudiziale è chiamato. Come non ricordare le interminabili code presso gli uffici dell’UNEP per notificare un atto, per poi tornare nuovamente a ritirare l’originale rilasciato dall’ufficiale giudiziario, senza peraltro alcuna sicurezza sul buon esito della notificazione quando il notificando risultava irreperibile e/o trasferito...
Avv. Ciro Giuliano (Foro di Modena)
La scissione parziale come modalità esecutiva di una proposta di concordato preventivo con continuità aziendale
Il Legislatore ha previsto il concordato con continuità aziendale, ipotizzando sia la "prosecuzione dell’attività di impresa da parte del debitore", sia "la cessione dell’azienda in esercizio ovvero il conferimento dell’azienda in esercizio in una o più società, anche di nuova costituzione" (art. 186-bis, L. Fall. Nel primo caso, viene data allo stesso imprenditore la possibilità di uscire dallo stato di crisi, pagando solo in parte i propri debiti e destinando allo scopo solo una parte del suo patrimonio e del cash-flow generato dalla prosecuzione dell’attività d’impresa...
vedi elenco completo...